Concerti passati

Ingresso libero con offerta responsabile. Posti limitati.

Informazioni
Pro Loco Vittorio Veneto - Ufficio Turistico di Vittorio Veneto:
Viale della Vittoria n. 110 - tel. 0438/57243 - fax 0438/53629
mail iat@comune.vittorio-veneto.tv.it

Venerdì 4 settembre 2020, ore 20:30

MICHELE PUCCI & GIULIO VENIER
FLAMENCO, FOLK, JAZZ, CLASSICA, ETNO ED ENERGIA!

Il duo formatosi nel 1999 si è rapidamente imposto sulla scena folk italiana grazie alla particolare combinazione musicale tra chitarra flamenca e violino folk, in un alternarsi continuo di spunti virtuosistici e dolci melodie popolari, riadattate e arrangiate in maniera libera da schemi definiti.

Sabato 5 settembre 2020, ore 20:30

ORCHESTRA ACCADEMIA D'ARCHI ARRIGONI
MOZART: TRA GIOCO E POESIA

L'Accademia nasce nel 2009 e si rivolge ai giovanissimi talenti nell’ambito della musica da camera e di quella orchestrale. Vanta la collaborazione con rinomati artisti di fama nazionale e ha registrato CD per l’etichetta Amadeus e per l’etichetta GDM, con musiche di V. Zoccatelli, S. Ballarin e A. Canonici commissionate per i servizi televisivi della RAI. È del luglio 2014 l’uscita di un CD con la prestigiosa rivista di musica classica Amadeus che le ha inoltre dedicato la copertina. Il lavoro è uscito poi con distribuzione internazionale per l’etichetta Brilliant.
Nel novembre 2015 ha partecipato a diverse tournée con il CIDIM (Comitato Nazionale Italiano Musica), esibendosi anche in un concerto privato a favore del Papa Emerito Benedetto XVI.

Domenica 6 settembre 2020, ore 20:30

RIGHÈA BIG BAND
MY FAVOURITE SWING

La Righèa Big Band si ispira alle tipiche orchestre jazz nate negli Stati Uniti d’America a partire dagli anni ‘20, il cui intento era far ballare al ritmo dello swing i frequentatori delle grandi sale da ballo. Pur rimanendo fedele alla tradizione, il complesso è un laboratorio aperto a esperienze e stili diversi, grazie a un repertorio musicale vario e in continua evoluzione, nonché a collaborazioni con musicisti di riconosciuto valore artistico. Il repertorio spazia dallo swing al blues, dal rhythm and blues al jazz, dal latin al funk e al pop.

Venerdì 18 settembre 2020

EDIN KARAMAZOV
Musiche di J.S. Bach, M. De Biasi, S. Rachmaninov, L. Brouwer

Informazioni
Ufficio Cultura 0438/569310
mail cultura@comune.vittorio-veneto.tv.it

Promosso e organizzato da
Comune di Vittorio Veneto

______________

Edin Karamazov è nato nel 1965 a Zenica, in Bosnia ed Erzegovina. Protetto di Sergiu Celibidache, ha iniziato la sua carriera musicale come chitarrista classico prima di dedicarsi al liuto barocco, che ha studiato con Hopkinson Smith alla Schola Cantorum Basiliensis di Basilea, in Svizzera. Karamazov ha fatto il suo debutto da solista come liutista nel 1998, intervenendo all'ultimo minuto per il leggendario Julian Bream. Da allora si è affermato come il suonatore di liuto più emozionante e carismatico di oggi. Le sue esaltanti esibizioni virtuosistiche al liuto e alla chitarra, con un repertorio che spazia dai classici del XVI secolo alla musica di oggi, hanno ottenuto recensioni entusiastiche e consensi di critica senza precedenti in Europa e in America. Come solista si è esibito e registrato con i principali ensemble e artisti di musica antica internazionali tra cui l'Hilliard Ensemble, Hespèrion XX, Andreas Scholl e Sting. Interprete esperto e maestro tecnico di numerosi strumenti a corda antichi e contemporanei, l'eccezionale artista di recital Edin Karamazov è apparso in numerose sedi importanti, tra cui l'Amsterdam Concertgebouw, la Wigmore Hall di Londra, la Filarmonica di Berlino e la Konzerthaus di Vienna, tra molti altri. Ripensando ai suoi primi giorni, continua a godere di esibizioni improvvisate per strada.

Domenica 18 ottobre 2020

PIAZZA GIOVANNI PAOLO I, CENEDA DI VITTORIO VENETO
BASSANO BLUESPIRITUAL BAND
DIRETTORE: LORENZO FATTAMBRINI
BELIEVE, BLESS & BE HAPPY

I concerti proposti dalla BBBand, traggono spunto dai canti, dalle preghiere quasi suppliche, da quegli inni ritmati
e coinvolgenti legati all’origine della musica afroamericana e che raccontano di un'incrollabile fede
e di una immensa speranza, di un assordante dolore e di una rinascita che sa di gioia sincera ed intensa.
Il cammino all’interno della musica corale infatti si svela facilmente come metafora dell’esperienza umana
alla ricerca di un senso per la propria esistenza, per scoprire il quale l’imperativo diventa fondamentale:
attraverso la fiducia in se stesso o in un dio (Believe! Credi!) l’uomo conquista una visione positiva della realtà
dove il bene-dire (Bless!) si contrappone alla più facile lamentazione,
creando così i presupposti per lasciarsi coinvolgere dalla gioia (Be Happy! Sii felice!).