Esercizio del diritto di voto per l'elezione dei membri del Parlamento Europeo spettanti all'Italia da parte dei cittadini dell'Unione Europea residenti in Italia

Si comunica che con Decreto-Legge 24 giugno 1994, n. 408 “Disposizioni urgenti in materia di elezioni al Parlamento europeo.” (GU n.148 del 27-6-1994) convertito con modificazioni dalla L. 03 agosto 1994, n. 483 (in G.U. 06/08/1994, n.183) è stata recepita nel nostro Paese la direttiva n. 93/109/CE del 06 dicembre 1993, che prevede l’esercizio dell’elettorato attivo e passivo alle elezioni del Parlamento Europeo per i cittadini dell’Unione europea residenti in uno Stato membro di cui non hanno la cittadinanza.

Di conseguenza, i cittadini dell’Unione residenti in Italia, per poter esercitare il diritto di voto per i membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia, devono presentare al Sindaco del Comune di residenza, ove non lo abbiano già fatto in occasione di precedenti elezioni europee, domanda di iscrizione nell’apposita lista aggiunta istituita presso lo stesso Comune per il voto alle elezioni europee.

Si ricorda che chi è già iscritto nella lista aggiunta per votare i membri italiani al Parlamento Europeo o chi chiederà di farlo in questa occasione, non potrà votare per i membri del proprio Stato europeo di origine perché il doppio voto è vietato.

Si invitano, pertanto, tutti coloro che fossero interessati a formulare la domanda, a compilare l’allegato modello (all. B) in ogni sua parte, unendo fotocopia di documento d’identità valido, a presentarlo personalmente all’Ufficio Elettorale del Comune o ad inviarlo a mezzo raccomandata al seguente indirizzo:

  • Al Sig. Sindaco – Ufficio Elettorale – Piazza del Popolo 4 – 31029 Vittorio Veneto (TV).

Termini per l’esercizio dell’opzione

La Circolare n. 4/2019 del Ministero dell’Interno prevede che la domanda pervenga direttamente al comune d’iscrizione nelle liste elettorali “non oltre il novantesimo giorno anteriore alla data fissata per la consultazione” e cioè entro il 25 febbraio 2019.