Esumazioni ordinarie - Cimitero di Sant'Andrea

Sono iniziate le operazioni di esumazione dei defunti inumati nel Cimitero di Sant'Andrea.

Le fosse per le quali si procede all’esumazione ordinaria sono segnate con un adesivo come da elenco all’ingresso del Cimitero, nei soli campi “F” e “G”.

L’Ufficio potrà essere contattato all’indirizzo e-mail demografici@comune.vittorio-veneto.tv.it, non verranno fornite informazioni già presenti in questa informativa e nel sito internet del Comune. Si prega, pertanto, di prendere visione di quanto di seguito indicato.

I familiari che vogliono dare disposizioni per i propri cari possono prenotare un appuntamento sul sito del Comune (Servizi Cimiteriali) per portare i moduli già compilati, disponibili sul sito o da richiedere via e-mail. Chi non prenota un appuntamento non potrà accedere all’Ufficio.

LEGGI LE FAQ CON LE ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA MODULISTICA

I familiari per i propri cari, in base alla fase del processo di mineralizzazione nel quale si trovano al momento di esumazione, possono dare le eseguenti disposizioni:

  • In presenza di “resto osseo” (ciclo di mineralizzazione completato) si deve procedere alla tumulazione in ossario comune.

E’ fatta salva la possibilità di richiedere una diversa collocazione, si può procedere:

  1. alla traslazione in un ossario (di cui richiedere la concessione) o in altro manufatto già concesso (ossario, loculo o tomba);
  2. alla cremazione (dichiarazione resa dal coniuge o, in assenza, dalla maggioranza assoluta dei parenti più prossimi). Le ceneri potranno essere tumulate in un ossario (di cui richiedere la concessione) o in altro manufatto già concesso (ossario, loculo o tomba), affidate per la conservazione in abitazione, disperse in cinerario comune.
  • In presenza di “resto mortale” (ciclo di mineralizzazione non completato) si deve procedere a nuova inumazione in campo inconsunti (per un periodo che può variare dai 2 ai 5 anni).

E’ fatta salva la possibilità di richiedere una diversa collocazione, pur non potendosi procedere alla traslazione in altro manufatto, si può procedere:

  1. alla cremazione (dichiarazione resa del coniuge o, in assenza, della maggioranza assoluta dei parenti più prossimi). Le ceneri potranno essere tumulate in un ossario (di cui richiedere la concessione) o in altro manufatto già concesso (ossario, loculo o tomba), affidate per la conservazione in abitazione, disperse in cinerario comune.

Cremazione “resti mortali” – Le spese di trasporto e cremazione sono a carico dei familiari. E’ possibile chiedere un contributo di € 200,00 a fronte delle spese di cremazione.

  • Nel caso in cui non vi sia interesse a dare disposizione per i defunti, gli stessi verranno collocati in campo inconsunti o in ossario comune (in base alla fase del processo di mineralizzazione). Si prega di comunicare comunque tale disinteresse all’Ufficio.

Si ricorda che fino al momento dell’esumazione non è possibile conoscere in quale stato si trovano i resti, pertanto, si invitano i parenti a tenere debitamente conto di ciò nell’effettuare una delle scelte sopra indicate.

Di seguito si trovano i moduli da compilare per chi chiede che vengano applicate le modalità ordinarie di esumazione, per chi chiede che vengano data una diversa collocazione ai resti (vedi punti nn. 1 e 2 sopra) e per chi non alcun interesse a dare disposizioni.