Contributi cremazione

Contributo per cremazione salme e assunzione spesa per cremazione resti mortali

Contributo per cremazione salme e resti mortali non mineralizzati.

Resti mortali non mineralizzati si definiscono le salme inumate da almeno 10 anni o tumulate da almeno 20 anni che non hanno completato il processo di mineralizzazione (decomposizione).

L’Amministrazione Comunale di Vittorio Veneto, al fine di favorire la scelta della cremazione in quanto pratica funeraria che consente più di ogni altra di contenere i costi di gestione, nonché di salvaguardare l'ambiente limitando l'utilizzo del suolo eroga un contributo pari a € 200,00 alle famiglie che sceglieranno la cremazione per le salme dei loro congiunti, se residenti in vita da almeno 10 anni nel Comune di Vittorio Veneto o trasferiti in altro Comune per motivi di cura, con almeno 10 anni di residenza nel Comune di Vittorio Veneto o la cremazione per i resti mortali provenienti da esumazioni o estumulazioni ordinarie nei cimiteri cittadini.

La richiesta di contributo di € 200,00 per la cremazione di salme o resti mortali dovrà essere presentata dall’intestatario della fattura su apposito modulo, provvisto di marca da bollo, ed accompagnata dalla relativa fattura quietanzata. Se viene presentata la fattura dell’impresa di pompe funebri è necessario che emerga l’importo sostenuto per la cremazione, è preferibile presentare direttamente la fattura del crematorio ove possibile. Le fatture devono essere debitamente quietanziate, altrimenti sarà cura del richiedente provare l’avvenuto pagamento, in mancanza la richiesta non potrà essere accolta.

Il contributo verrà erogato secondo l'ordine cronologico di presentazione di ciascuna richiesta, nel limite delle risorse stanziate dall'Amministrazione Comunale.

Necessitandosi la marca da bollo, la richiesta dovrà essere presentata in originale presso lo sportello dei servizi demografici, per posta normale o raccomandata (non posta elettronica) o presso l’ufficio protocollo in municipio.