Libri d'autunno: al via da martedì 20 settembre

Parte con «Dove si nascondono le rondini» di Enrico Losso la rassegna letteraria curata da Annarosa Tonin: tra Venezia e le Prealpi

Quattro serate dedicate ad altrettanti incontri con gli autori nel segno del rapporto con la storia e la memoria. La rassegna «Libri d’autunno» - che parte martedì prossimo con «Dove si nascondono le rondini» di Enrico Losso – è curata dalla scrittrice Annarosa Tonin, e porterà a Vittorio Veneto quattro autori: Losso, Bortoluzzi, Marzo Magno e Tiveron, «con il proposito - dice l’Assessore alla Cultura Antonella Uliana - che la rassegna diventi un appuntamento fisso. Gli incontri sono rivolti non solo a un pubblico di lettori abituali o appassionati di un tema in particolare, ma anche a chi desidera avvicinarsi e dialogare per la prima volta con voci diverse e scoprire il mestiere di scrivere».  

«Il calendario proposto - spiega la curatrice Annarosa Tonin - ha una struttura ad anello: Enrico Losso e Antonio G. Bortoluzzi (primo e ultimo incontro) sono nati e cresciuti fra le Prealpi trevigiane e l’Alpago e raccontano, tra realismo e finzione, vicende di individui e comunità innestate nella storia del Novecento; Alessandro Marzo Magno ed Elisabetta Tiveron (secondo e terzo incontro), ricercatori, comunicatori e divulgatori, entrambi veneziani, propongono al pubblico l’uno un innovativo percorso lungo gli undici secoli di storia della Serenissima, l’altra l’inscindibile rapporto fra la memoria personale, la filosofia di una viaggiatrice e l’interesse per l’intreccio plurisecolare fra cibo e letteratura.

Cinque i titoli che gli scrittori coinvolti nell’iniziativa presenteranno a Vittorio Veneto: il citato «Dove si nascondono le rondini» di Enrico Losso (20 settembre), «Venezia. Una storia di mare e di terra» di Alessandro Marzo Magno (14 ottobre), «Profumo di cannella» e «Il talento delle utilitarie» di Elisabetta Tiveron (28 ottobre) e «Montagna madre» di Antonio Giacomo Bortoluzzi (11 novembre).

Tutti gli incontri si tengono presso l’Auditorium della Biblioteca Civica con inizio alle ore 20.00. L’ingresso è libero e gratuito, senza prenotazione, fino ad esaurimento dei posti disponibili.