Che gioia. Ecco la seconda edizione del Festival Educhiamoci

Il Comune di Vittorio Veneto promuove, tra il 10 e il 15 ottobre 2022, la seconda edizione di “Educhiamoci - Giornate per l’Educazione”: una serie di incontri per famiglie, insegnanti, educatori, pedagogisti, counsellor, psicologi, assistenti sociali, ma anche per bambini e ragazzi che della relazione educativa sono i beneficiari e in generale per chiunque abbia interesse verso il mondo e la crescita dei giovani.

Il titolo di questa seconda edizione, “Che gioia”, è stato scelto per comprendere cosa sia la gioia, perché sia tanto importante trovarla (o ritrovarla) nella nostra vita e quali ripercussioni l’assenza di gioia comporti nell’individuo dalla nascita e lungo il corso dell’esistenza.

"L'educazione è per noi e per tutti gli esperti che a vario titolo offriranno il proprio contributo a questa iniziativa, un tema di interesse centrale per costruire un presente di qualità e un futuro migliore: un impegno serio verso le nuove generazioni, da condividere con l’intera società di cui siamo parte". Queste le parole dell'Assessore alle Politiche Scolastiche e al Sociale Antonella Caldart che continua dicendo: "Ecco perché l’Amministrazione Comunale ha voluto con forza questo evento fatto di tanti momenti salienti: perché crediamo sia davvero importante dedicare tempo, energie e attenzione a ciò che riguarda tutti. Educhiamoci! Ci riguarda infatti come genitori, educatori, allenatori, volontari, operatori della scuola, del sociale, della salute e anche come amministratori".

L'ideazione del programma curato da I AM comprende 33 eventi, 30 relatori, laboratori per le scuole e tante altre iniziative per le famiglie. Tutti gli eventi sono gratuiti e visibili in diretta online sulle pagine social del festival.

I relatori: Bernard Aucouturier (pedagogista, educatore e ideatore e fondatore della Pratica Psicomotoria), Ernesto Burgio (pediatra e ricercatore), Fabio Cinti (autore e musicista), Gherardo Colombo (ex magistrato), Gianni De Polo (neuropsichiatra infantile e fisiatra), Leonardo Fogassi (ricercatore e professore ordinario di Fisiologia presso il Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Parma), Enrico Galiano (insegnante, scrittore e inventore della webserie “Cose da prof”), Nicolò Govoni (cofondatore dell’associazione Still I Rise, autore di best seller e nominato al Premio Nobel per la Pace 2020), Marco Grollo (educatore, formatore e fondatore dell’associazione MEC), Guido Guerrera (giornalista, scrittore e biografo di Franco Battiato), Marco Gui (professore associato e direttore del Centro di ricerca “Benessere Digitale” nel Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Milano-Bicocca), Madan Kataria (medico di Mumbai in India, presidente e fondatore di Laughter Yoga International), Daniela Lucangeli (professoressa ordinaria in Psicologia dell’Educazione e dello Sviluppo all’Università di Padova), Marco Maggi (consulente educativo e formatore), Vittoria Maioli Sanese (psicologa e scrittrice), Leonardo Mendolicchio (esperto in disturbi del comportamento alimentare), Luigina Mortari (professoressa ordinaria di Epistemologia della ricerca qualitativa presso la Scuola di Medicina e chirurgia e di Filosofia della scuola presso il Dipartimento di Scienze Umane dell’Università degli studi di Verona), Daniele Novara (pedagogista e scrittore), Alberto Pellai (medico e psicoterapeuta dell’età evolutiva), Erica Francesca Poli (psichiatra), Roberta Rossi (psicologa, psicoterapeuta, sessuologa clinica, Past President della Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica), Anna Sarfatti (ex insegnante e scrittrice), Gino Soldera (psicologo e psicoterapeuta), Laura Toffolo (Master Trainer e Ambassador italiana della Laughter Yoga University), Thomas Torelli (regista, autore e produttore indipendente), Stefano Vicari (professore ordinario di Neuropsichiatria Infantile all’Università Cattolica del Sacro Cuore). È prevista anche una tavola rotonda con rappresentanti delle Istituzioni e del mondo della scuola.

Il programma dettagliato e tutte le informazioni per partecipare sono sul sito www.educhiamocivittorioveneto.it