Primavera delle biblioteche

Sabato 30 aprile - incontro con Manlio Castagna e molto molto altro!

“A un passo dalla foresta” sarà una festa di musica, libri e parole, fatta dai giovani per i giovani. Un’iniziativa senza precedenti, almeno nel nostro territorio.

Un evento originale, nel suo format, pensato e ideato dal Sistema Bibliotecario del Vittoriese per i suoi utenti Young Adults, che si svolgerà sabato 30 aprile all’Area Fenderl di Vittorio Veneto (in collaborazione con il Progetto Giovani della città, l’Accademia del Teatro Da Ponte e la libreria il Treno di Bogotà).

Di che cosa si tratta ce lo anticipano dalle biblioteche del Vittoriese: “Un pomeriggio all’insegna delle parole, con brani scelti per essere cantati o letti ad alta voce, in attesa del grande happening serale, l’incontro con l’autore, la guest star Manlio Castagna, che sarà gestito completamente (o quasi) dai nostri teen-ager, lettori forti che si incontrano più o meno regolarmente nelle 22 biblioteche del Sistema SBV”.

Lo scrittore, che su Instagram ha già annunciato “non vedo l’ora”, verrà intervistato, interrogato e sezionato dagli adepti dei gruppi di lettura sparsi tra Vittorio Veneto, Santa Lucia, Godega, Cordignano e in tutto il vittoriese. In questi mesi i suoi libri sono stati “osservati speciali”, e sabato sera al Pala Fenderl le sorprese non mancheranno. A cominciare dall’anteprima, ad opera di un’attrice e docente dell’Accademia Da Ponte, con una lettura tratta dal suo ultimo romanzo, non ancora giunto in libreria (su gentile concessione dell’editore, che si è detto altresì interessato alle “storie” che i partecipanti stessi caricheranno sui social).

Castagna oltre che un fervido e apprezzato scrittore di narrativa per ragazzi, è anche sceneggiatore, critico cinematografico e regista di videoclip, documentari, cortometraggi, episodi di webserie. Ha all’attivo un lunga e attiva collaborazione con il Giffoni Film Festival (vicedirettore artistico dal 2007 al 2018), e tra le sue opere, dopo l’esordio con la triologia Petrademone, vanno annoverati I venti del Male, La notte delle Malombre, Alice resta a casa, I diari del limbo, Pronto soccorso cinematografico per cuori infranti e 116 film da vedere.

A precedere “La notte delle possibilità”, così è stata intitolata la parte serale, ci sarà il “LIMBO” un concerto-aperitivo e cena al sacco con assaggi di libri. Gli spettatori sono invitati a portarsi una coperta o un cuscino per accomodarsi sull’erba del parco e poi sull’arena del teatro e gustarsi in libertà le scelte musicali fatte dai cantanti e gruppi musicali (con la supervisione e la presenza del Progetto Giovani di Vittorio Veneto), che si alterneranno con le voci dell’Accademia Da Ponte. Anche qui, le canzoni e i testi sono stati scelti dai ragazzi stessi, così come la grafica dell’evento è stata realizzata in collaborazione con una classe 4^ della Ragioneria dell’IIS Città della Vittoria, sotto la guida del prof. Adriano Botteon.

“A un passo dalla foresta” vuole essere un’edizione numero ZERO di quello che a livello di Sistema Bibliotecario del Vittoriese potrebbe diventare un vero festival di letteratura per ragazzi che, sulla stregua di quanto avviene a Rimini con un “Mare di libri”, vorrà far emergere le capacità ideative e organizzative delle nuove generazioni, direttamente e fattivamente coinvolti nella sua realizzazione.

E se sarà “buona la prima”, se “il buon giorno si vede dal mattino”, possiamo aspettarci un degno proseguo dell’esperienza a partire dal 2023.