Alessandro Zannier a Vittorio Veneto

In mostra alla Galleria Civica di Arte Moderna con «ENT 1 - VENICE / AUCKLAND». Dal 12.11.2021 al 12.01.2022

Alessandro Zannier, artista, compositore e performer attivo da anni tra arte contemporanea e musica (con il progetto musicale Ottodix Ensemble), porta a Vittorio Veneto un doppio importante evento a chiusura di un anno memorabile che lo ha visto presentare alla Biennale di Venezia (Padiglione Italia Resilient Communities”) un'ambiziosa e riuscita operazione culturale di gemellaggio agli antipodi del mondo, con l'Università di Auckland in Nuova Zelanda.

L'artista affianca a questa operazione anche lo spettacolo Entanglement, concerto in cui viene messo in scena l'album omonimo, ispirato a temi attualissimi sull'ambiente, sul surriscaldamento globale, sull'iperconnessione e sulla causa-effetto immediata dei fenomeni su scala planetaria. Il concerto è un vero viaggio geostorico per canzoni tra i continenti e ha generato l'operazione portata alla Biennale di Venezia.

LA MOSTRA
Alessandro Zannier  "ENT 1 Venice / Auckland"

Galleria Civica di arte medievale, moderna e contemporanea Vittorio Emanuele II (Villa Croze) V.le della Vittoria, 321 - 31029 Vittorio Veneto TV. Tel. +39 0438 552905  www.galleriavittorio.it ingresso: intero 5 euro, ridotto 3 euro. Opening venerdì 12 novembre ore 18.00 Dal 12.11.2021 al 12.01.2022 - Prenotazione obbligatoria: info@maivittorioveneto.it - tel. 0438 554217 - 347 2281692 

Il progetto ENT 1 Venice / Auckland ha visto Zannier collocare due opere luminose in due luoghi remoti tra loro, che si scambiano dati ambientali incrociati, visualizzati in forma artistica. L'esperimento ha portato l'artista a collaborare col CNR ISMAR (Istituto Marino) di Venezia e con l'Università di Auckland, che hanno registrato con degli idrofoni l'inquinamento acustico dei porti delle rispettive città nell’arco delle 24 ore. Con questo paesaggio sonoro digitalizzato e convertito in immagini in collaborazione con lo sviluppatore Marco Marchesi sono state create delle spettacolari forme di intrecci animati in 3D e fluttuanti nel tempo, frutto dell'impatto grave che ha l'uomo sull'ambiente e in questo caso sulla fauna marina. La Biennale di Venezia il 15 luglio, in occasione della giornata "Weaving" di gemellaggio con la Nuova Zelanda, ha presentato il progetto di Zannier e ospitato l'installazione luminosa in collegamento con gli antipodi invitando anche l'Ottodix Ensemble per un live set inaugurale.

L'artista ha inoltre dipinto numerose grandi tele ad acrilico ritraenti, come un soggetto classico, alcuni fotogrammi di questi spettacolari intrecci luminosi digitali in movimento, generando la serie Hyperobject Still Life, di fatto dei ritratti dei fenomeni collettivi umani su vasta scala e del loro impatto ambientale nell'arco del tempo. Queste ulteriori opere ispirate a “ENT 1” hanno dato vita in contemporanea a numerose importanti mostre: al CNR ISMAR di Venezia-Arsenale, al Galata Museo Del Mare di Genova, all'European Cultural Centre a Venezia, alla Biennale di Curitiba in Brasile, al Museo Diocesano di Vicenza, ad ARTantide Gallery di Verona (che allestisce l'esposizione) oltre che la stessa Università di Auckland che ospita l'installazione luminosa gemella e che mostra in Nuova Zelanda l'impatto dell'inquinamento acustico del porto di Venezia e delle grandi navi. La mostra a Villa Croze ospita numerose opere di questa serie, esposte nelle varie sedi durante l'anno, oltre che l'obelisco luminoso portato in Biennale, alcuni videodocumentari, materiale informativo del CNR ISMAR e le sue ricerche sull'inquinamento dei mari, oltre a libri e cataloghi d’arte in cui il progetto è pubblicato, che danno all'esposizione un taglio divulgativo scientifico, oltre che artistico, adatto anche alle scuole.

IL CONCERTO
ENTANGLEMENT - Ottodix Ensemble

Teatro Lorenzo Da Ponte Vittorio Veneto (TV) Serravalle di Vittorio Veneto, Via Martiri della Libertà, 36 . Inizio ore 21.00, ingresso gratuito (offerta responsabile). Prenotazione obbligatoria a questo link:  https://ilmarelaterrailcuore.it/ottodix/ - info: 380 1044368

Il concerto di Entanglement ha da subito riscontrato nelle sue anteprime tenutesi nel 2020 (un tour cancellato dall'emergenza Covid19) un fortissimo interesse per l'attualità delle tematiche trattate e per la sorprendente portata profetica dei suoi contenuti. Lo spettacolo prevede un mix inedito di musica rock elettronica suggestiva con l'accompagnamento di quartetto d'archi, proiezioni video su una grande sfera-mondo sospesa e animazioni eseguite dal vivo con lavagna luminosa su un cerchio di pari grandezza. Un viaggio-itinerario preciso, dal Polo Nord all'Antartide attraverso canzoni ispirate ai continenti e musiche ambient dedicate agli oceani, arrivando anche in Nuova Zelanda, dove l'artista fa ascoltare un estratto dell'audio del progetto portato in Biennale proveniente dagli antipodi, con improvvisazioni sonore. Il viaggio geostorico, anche con l'ausilio di voci d'attore (Nadia Brian e Laura Marini) registrate fuori campo, accompagna alla scoperta dell'origine dell'iperconnessione globale, dal colonialismo alle migrazioni umane, animali e vegetali, fino al continente dei rifiuti plastici nel Pacifico. Un viaggio per mare d'altri tempi alla Jules Verne, attraverso un immaginario atlante geografico per capire come abbiamo raggiunto l'intreccio delle nostre correlazioni ("entanglement" in fisica è un fenomeno che vuol dire appunto "intreccio", riferendosi alla causa-effetto), fino al punto di avere una società in cui tutto ciò che accade si ripercuote ovunque immediatamente nel mondo, dall'economia globale ai cambiamenti climatici, all'inquinamento, alle fake news, alla rete web, alle pandemie, come in un unico mega-organismo. L'album "Entanglement" di Ottodix, realizzato tra Berlino e Barcellona e uscito nel 2020 in piena pandemia, è stato acclamato dalla critica e dalla stampa come un'operazione senza precedenti anche per i contenuti profetici sulla situazione attuale.

In palco Alessandro Zannier, Loris Sovernigo, Antonio Massari, Giovanni Landolina, Stefano Petterson, Nicola Casellato, Mauro Bonicelli, Sarah Mazzoleni, Elena Berti, Laura Marini.

Gli eventi sono patrocinati da: Comune di Vittorio Veneto, Vittorio Veneto Città della Musica, Associazione MAI, Associazione Il Mare, la Terra, il Cuore, Officina Eventi, ARTantide Gallery, CNR ISMAR Venezia, European Cultural Centre e il Movimento Arte Etica, al quale l'artista aderisce dal 2016.

Sostenuti da: BORSOI Concessionaria e HENGI - Human Engineering