Emergenza covid 19. Plateatici esercizi pubblici: istanza semplificata per occupazione temporanea suolo pubblico

Il ‘’decreto riaperture’’ adottato nella giornata di ieri «prevede la possibilità per i pubblici esercizi di servire i propri clienti al tavolo purché all’aperto, ma - spiega il Vicesindaco Gianluca Posocco - nelle pieghe del linguaggio burocratico, si cela come sempre una serie di complicazioni che tocca ai Comuni sbrogliare per rendere più semplice la vita degli operatori economici che lavarono nei loro territori.

L’amministrazione di Vittorio Veneto ha quindi varato, con un provvedimento di Giunta Comunale, l’adozione di una procedura quanto più possibile semplificata per la concessione degli spazi necessari ai commercianti. Abbiamo voluto, per quanto consentito dalle normative, venire incontro a tutti nella fase di presentazione delle domande di occupazione del suolo pubblico rendendo meno complessa la relativa procedura amministrativa. Sarà possibile presentare domanda “in deroga” per la concessione di plateatici fino al prossimo 31 dicembre 2021».  Queste le parole del Vicesindaco Possoco.

Ma come funzionerà la procedura amministrativa semplificata? Essa è destinata al rilascio di concessioni per l’occupazione temporanea di suolo pubblico nell’area adiacente all’esercizio commerciale. Si presenta per via telematica anche solo tramite PEC all’indirizzo pec.comune.vittorioveneto.tv@pecveneto.it, allegando una planimetria in scala e quotata (con le misure e l’indicazione di tavoli, sedie e altri elementi) oltre alla copia del documento di identità del firmatario, senza ulteriori formalità ed esente dall’imposta di bollo.

Il modello della domanda si può scaricare dal sito internet del Comune di Vittorio Veneto. L’autorizzazione, come abbiamo premesso, potrà essere concessa fino al prossimo 31.12.2021, salvo ulteriori proroghe previste da norme emergenziali statali e regionali. Sarà rilasciata, previo parere del Comando di Polizia Locale, e trasmessa, tramite email, all’indirizzo del mittente. Le domande saranno valutate, garantendo le condizioni di viabilità, sicurezza e conciliando gli eventuali diritti di terzi.

I titolari delle attività interessate dal presente adempimento sono altresì esonerati fino al 30.06.2021 dal pagamento del Canone Unico di occupazione di spazi ed aree pubbliche ( ex Cosap/Tosap) di cui al Capo II del D.Lgs. 507/93 e del canone di cui all’art. 63 del D.lgs. 446/97.

Verranno rispettati i criteri e gli indirizzi generali che seguono:

  • distanza di almeno 5 m tra due occupazioni di suolo pubblico;
  • misure compensative atte a garantire la fluidità e la sicurezza della circolazione stradale anche pedonale, che prevedano interventi di regolamentazione graduali, non escludendo la possibilità della temporanea sospensione della circolazione veicolare;
  • concessione, per gli esercizi privi di aree esterne disponibili, di utilizzo di aree poste nello spazio pubblico più vicino all’ubicazione del pubblico esercizio, misurato per la via pedonale più breve;

Per informazioni è possibile contattare telefonicamente il Servizio Attività Produttive ed economiche ai numeri 0438 569241 o 0438 569242, dal lunedì al venerdì, in orario 9.30-12.30.