Aiuti Rotary e Coldiretti alle famiglie di Vittorio Veneto messe in difficolta dalla crisi pandemica

Mattinata dedicata alla solidarietà oggi al comune di Vittorio Veneto.

«Il difficile periodo che attraversiamo sta facendo emergere uno degli aspetti migliori del nostro carattere nazionale e cioè la sensibilità per i bisogni di chi ci sta vicino». Con queste parole, Il Sindaco Antonio Miatto e l’Assessore al sociale Antonella Caldart, hanno ricevuto il presidente del Rotary Club Conegliano-Vittorio Veneto Ettore Scudeller e quello della Coldiretti cittadina Gianni Dan, i quali, a nome delle due realtà da loro rappresentate, hanno consegnato all’Amministrazione aiuti economici e prodotti agricoli da offrire a famiglie del territorio particolarmente colpite dalla crisi in atto.

Ettore Scudeller, è stato il primo a raggiungere gli uffici di Piazza del Popolo per donare 20 «Happy Card», ovvero altrettanti buoni spesa spendibili presso i negozi della rete «Despar» del Triveneto. Un gesto di solidarietà a testimonianza degli scopi del Rotary, un sodalizio, che «coltiva la cultura del dono e cerca di eliminare le cause che rendono necessaria la beneficenza».

Dopo di lui è stata la volta della delegazione di «Coldiretti» guidata dal presidente Gianni Dan venuta a consegnare confezioni di prodotti agricoli del territorio. «L’iniziativa - ha spiegato il Presidente - ha carattere nazionale e in provincia di Treviso ha visto il dono di prodotti a 70 famiglie, quattro delle quali qui a Vittorio Veneto».

Come sempre in questi casi, i destinatari degli aiuti sono individuati dai competenti uffici del Comune di Vittorio Veneto.