Emergenza Covid-19. Assegnati 72.000 € di contributi straordinari alle Scuole paritarie per l’infanzia

La pandemia in atto ha comportato per le Scuole paritarie dell’infanzia che operano nel nostro territorio, un aumento delle spese di gestione e - parimenti - una diminuzione delle risorse provenienti dalle rette pagate dalle famiglie, dovuta alla forzata sospensione dell’attività didattica.

Il tutto senza poter ridurre i costi fissi di gestione che sono ineliminabili. Per far fronte a questa situazione, il Comune di Vittorio Veneto ha deliberato di assegnare contributi straordinari per 72.000 € alle scuole «Savassa-Forcal», «De Mori» e «San Pio X».  «Contiamo cosi - spiega il Sindaco Antonio Miatto - che il loro lavoro possa continuare anche per il corrente anno scolastico con l’energia, la professionalità e la qualità di sempre». «Consapevoli dell’importante ruolo educativo - aggiunge l’Assessore alle Politiche Scolastiche Antonella Caldart - che anche le scuole paritarie svolgono nella nostra Città, e avendo apprezzato il loro impegno a sostenere le famiglie dei bambini che le frequentano anche in tempi di pandemia, in Giunta abbiamo voluto riconoscere questo cospicuo contributo economico che di fatto raddoppia quello ordinario.» La cifra erogata sarà così suddivisa: € 27.634,17 alla «De Mori», € 22.942,85 alla «San Pio X» e € 21.422,98 alla «Savassa - Forcal». Le Scuole paritarie dell’infanzia hanno infatti dovuto investire maggiori risorse per attuare tutte le misure imposte dall’emergenza sanitaria Covid-19, al fine di garantire il rispetto delle Linee Guida emanate per la ripresa del nuovo anno scolastico 2020/2021. A ciò si sono aggiunte le spese extra per il personale docente e collaboratore, per la sanificazione e la pulizia dei locali e per l’adeguamento dei locali stessi al fine di poter garantire la riapertura in sicurezza del servizio educativo a settembre 2020.