Presentata alla stampa l’edizione 2020 del concorso violinistico «Città di Vittorio Veneto, Gran Premio Internazionale Prosecco Doc»

Un evento culturale che ha alle sue spalle oltre mezzo secolo di storia viene ora restituito al pubblico degli amanti della musica dopo qualche anno di pausa.

Si tratta del prestigioso concorso violinistico «Città di Vittorio Veneto» che diventa ora «Gran Premio Internazionale Prosecco Doc» e si apre alla partecipazione di giovani violinisti provenienti anche dall’estero. Il concorso - nato nel 1962 da un’idea del maestro Mauro Benvenuti - è destinato a ritornare uno degli appuntamenti di rilievo del panorama musicale italiano. Andrà in scena dal 1° al 6 dicembre 2020 e vedrà i concorrenti misurarsi in un impegnativo programma artistico. Il premio «Città di Vittorio Veneto» gode di partnership e patrocini importanti come quello del Teatro alla Scala di Milano e del Consorzio Prosecco DOC, grazie al quale appunto, da quest’anno, ha acquisito una dimensione internazionale. L’edizione 2020 è stata presentata in questi giorni alla stampa nella splendida cornice affrescata della Sala Civica del Museo della Battaglia. Direttore artistico è il Maestro Francesco De Angelis, violino solista e Konzertmeister del Teatro alla Scala e della Filarmonica della Scala che, da ragazzo, nel 1993, si era imposto proprio a Vittorio Veneto nell’edizione del concorso di quell’anno. Dopo l’emergenza Covid, la cultura e la musica riprendono dunque il loro cammino. «Come Sindaco di Vittorio Veneto - ha dichiarato il primo cittadino Antonio Miatto - sono felice di esprimere la mia soddisfazione personale, quella dell’Amministrazione che guido e dei vittoriesi tutti, per la rinascita di un concorso che ha alle spalle un grande passato e che caratterizza la nostra città in questa fase di ritorno ad un vita normale e alla normalità della cultura, espressa in tutte le sue forme». «Sono davvero contenta - ha aggiunto l’Assessore alla Cultura Antonella Uliana - che questo evento riprenda, dopo una sosta di alcuni anni, con una carica ed un entusiasmo incredibili. Il concorso ‘’Città di Vittorio Veneto’’ fa parte della storia e del DNA di tutti noi vittoriesi e adesso avrà finalmente anche una dimensione europea, sottolineata dal logo che abbiamo scelto e che - molto significativamente - riprende le stelle della bandiera dell’Unione a fare da corona a due colombe simbolo di pace e fratellanza». Il grande entusiasmo che circonda questa nuova scommessa culturale ha contagiato anche il Direttore Artistico Franceso De Angelis che ha espresso il grande «l’orgoglio di essere parte attiva della rinascita e della promozione di un evento che ha già una storia importante e consolidata negli anni. Farò di tutto - ha continuato il Maestro De Angelis - par valorizzare ulteriormente il concorso». Il nuovo Direttore artistico ha infine lodato «la sensibilità della politica vittoriese che si è risvegliata intorno al concorso, cosa che fa ben sperare per il futuro». Main sponsor dell’evento è il Consorzio Prosecco Doc con il suo presidente Stefano Zanette, «particolarmente orgoglioso di avere contributo alla ripartenza di un evento che, da quest’anno, avrà anche un carattere internazionale come internazionale è diventato il Prosecco. Il Consorzio - ha concluso Zanette - ha voluto dedicare un’attenzione particolare proprio alla cultura con l’obiettivo di sostenere e promuovere il nostro territorio e le sue attività».