Alì SPA presenta il progetto per l’area l’ex Carnielli. A contraddistinguerlo innovatività ed attenzione alle tematiche green

Oggi, presso la sede del Municipio di Vittorio Veneto, si è tenuto il previsto incontro tra i rappresentanti di Alì SPA ed il Sindaco Antonio Miatto, nel corso del quale il progetto - che porterà alla rinascita dell’area dell’ex Carnielli, fino ad oggi rimasta abbandonata - è stato illustrato all’Amministrazione comunale.

L’azienda padovana, che opera nel settore della grande distribuzione organizzata, ha predisposto in tempi brevi il Master Plan progettuale e lo studio preparatorio per le procedure di bonifica, necessari ad avviare l’intesa con il Comune e la Provincia.

Il progetto presentato da Alì martedì scorso, è stato realizzato con il contributo di una coppia di giovani architetti, Massimo Rigo e Brando Posocco, che hanno contribuito ad arricchirlo grazie alla loro conoscenza dei luoghi ed alle esperienze internazionali maturate in precedenza, riuscendo a proporre una soluzione architettonica innovativa e sostenibile che potrà dare nuovo valore alla storia ed alle bellezze della città di Vittorio Veneto.

Il progetto pertanto è stato sviluppato con l’obiettivo di rispettare il passato del sito e della città. L’area infatti è costituita dal complesso ex Carnielli, già sede della storica azienda produttrice di velocipedi e dal complesso ex Fassina, sede di una più recente attività commerciale ed artigianale del settore automobilistico; l’accesso al fiume Meschio inoltre, arricchisce considerevolmente il tutto da un punto di vista naturalistico.

L’idea di Alì, sviluppata Massimo Rigo e Brando Posocco, è quella di creare una continuità dalla media struttura di vendita fino alle sponde del fiume, dando vita ad uno spazio urbano verde che possa diventare luogo di incontro e di condivisione per tutti i cittadini. 

La natura sostenibile dell’intervento sarà fondamentale ed è un parametro che l’azienda Alì ritiene da anni indispensabile in tutte le sue opere.

Gianni Canella, Vice Presidente di Alì S.p.A. dichiara: «Martedì abbiamo presentato il progetto per l’ex Carnielli: crediamo possa essere allo stesso tempo innovativo ed anche connotato da un forte rispetto per la storia dell’area ed il paesaggio naturalistico circostante; la nostra volontà è quella di realizzare un’opera di qualità per la città di Vittorio Veneto. Siamo riusciti, nonostante le tempistiche ristrette, a presentare un progetto all’altezza delle attese. Nei prossimi giorni incontreremo gli altri soggetti coinvolti per illustrare l’intervento nel dettaglio. Per quanto riguarda l’importante tema della bonifica dell’area, abbiamo ritenuto necessario ripartire da nuove mappature della zona ed abbiamo effettuato nuove analisi al fine di intervenire con le più moderne e sicure tecnologie oggi a nostra disposizione dopo averle condivise con gli enti preposti».

«Come amministrazione comunale - spiega il sindaco Antonio Miatto - siamo soddisfatti che l’area sia stata acquistata da un’azienda solida e seriamente interessata a realizzare un progetto che porti nuovo sviluppo alla nostra città. Ad oggi posso rilevare che Alì - come avevamo auspicato - ha rispettato i tempi per la consegna e la protocollazione del progetto. Ora ne approfondiremo i dettagli e ci confronteremo con l’azienda per individuare le migliori soluzioni. Nella riunione odierna sono stati presi accordi con Alì per condividere insieme gli sviluppi progettuali, al fine di poter dare un aggiornamento costante anche alla cittadinanza. A breve organizzeremo un incontro con la provincia per attivare le procedure relative alla bonifica».