Prolungata fino al prossimo giugno 2020 la mostra al Pentagono

«War&Art. WWI USA in ITALY», la mostra inaugurata al Pentagono nel 2017 con i materiali fotografici del Fondo “Luigi Marzocchi” - conservato presso il Museo della Battaglia di Vittorio Veneto, - ha riscosso oltreoceano apprezzamenti andati oltre le più rosee aspettative.

Un allestimento che, nonostante il trascorrere dei mesi, continua a suscitare interesse e curiosità tanto che, in questi giorni, - spiega l’Assessore alla Cultura Antonella Uliana - è arrivata la conferma della volontà di continuare ad ospitare l’iniziativa con «un’ulteriore proroga fino a giugno 2020, sempre presso la prestigiosa sede del Pentagono a Washington. Ciò a testimonianza dell’enorme successo che l’esposizione ha riscosso e che ancora sta riscuotendo. Una mostra capace di narrare, di emozionare e coinvolgere il pubblico con la sola forza evocativa delle immagini d’epoca. È quasi superfluo aggiungere - conclude Uliana - che questo prolungamento è per noi motivo di grande soddisfazione e di vanto per la città di Vittorio Veneto e per il suo Museo della Battaglia».

«War&Art. WWI USA in ITALY. Destruction and protection of Italian Cultural Heritage during World War I» racconta - attraverso una selezionata serie di fotografie - il salvataggio delle opere d'arte durante la Grande Guerra in territorio italiano, operazione che fu portata a buon fine anche grazie al prezioso contributo del contingente americano.

Prima mostra italiana ad essere ospitata al Pentagono, è stata inaugurata ad ottobre 2017 per le Celebrazioni per il Centenario della Grande Guerra.