«Donne per la vittoria»; mercoledì 30 ottobre, alle ore 20.45. Continuano gli appuntamenti con «Storie di sera» al Museo della Battaglia di Vittorio Veneto.

Continuano gli appuntamenti con Storie di sera al Museo della Battaglia di Vittorio Veneto. Dopo la prima serata dedicata agli Eroi e al contributo che le loro storie hanno dato alla guerra e alla storia della Nazione, mercoledì 30 ottobre, alle ore 20.45, nella giornata che ricorda ai vittoriesi la fine dell’anno dell’invasione, Camilla Peruch approfondirà il tema dell’immagine femminile utilizzata dalla propaganda.

Donne per la Vittoria: è questo il titolo dell’incontro che, attraverso l’analisi di cartoline, manifesti, giornali illustrati, pubblicità e vignette satiriche di 100 anni fa, ci introdurrà nel complesso e per nulla improvvisato mondo della propaganda, strumento di controllo e mezzo per ottenere consenso e unità.

In un’ottica tale anche la donna, all’epoca priva di diritti sostanziali ed estranea all’evento bellico, risultò perfetta per veicolare messaggi patriottici ai cittadini, ai soldati e alle donne stesse, chiamate a servire il Paese e a darsi interamente per la vittoria finale.

La propaganda le volle madri generose e spose fedeli, ma anche ammiccanti crocerossine, instancabili artigiane, seducenti premi per gli eroi… Sarà questo il tema della prossima serata durante la quale potremo guardare da vicino alcuni giornali illustrati e una serie di cartoline originali: le vetrine e i depositi del Museo, infatti, si apriranno facendo emergere una parte del loro ricco patrimonio iconografico.

Un’occasione importante per poter osservare le tecniche pittoriche, l’uso sapiente del tratto, del colore e della didascalia a fini propagandistici, e un’opportunità per conoscere un altro aspetto della nostra Storia.

L’ingresso all’incontro, nella Chiesetta di San Paoletto, e al Museo sono gratuiti.