Al via il Piano per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche. Un progetto che dà voce ai cittadini attraverso l’urbanistica partecipata

Il Comune di Vittorio Veneto ha avviato in questi giorni la redazione del Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA).

Un’evoluzione urbanistica che affonda le proprie radici nei secoli e che, similmente a molte altre località della Penisola, ha consegnato alla nostra città un ricco patrimonio di bellezza e di storia, comporta però problematiche legate alla mobilità dei singoli spesso di non facile soluzione. Il gradino di un marciapiede può infatti trasformarsi in un ostacolo insuperabile per le persone diversamente abili o in un pericolo per una giovane mamma che spinge il carrozzino.

L’incarico di elaborare il nuovo piano è stato affidato il 21 marzo scorso a due professionisti del settore: Aldo Scarpa e Murielle Drouille Scarpa con studio a Portogruaro. Per l’Amministrazione comunale si tratta di un investimento da 25.000 € cofinanziato al 50% dalla Regione Veneto a seguito della ammissione ad un bando del 2018. I tecnici sono al lavoro da martedì (9 aprile) e stanno già eseguendo i primi sopralluoghi su strade, spazi verdi ed edifici pubblici. Il piano interesserà le aree centrali di Vittorio Veneto ovvero quelle frequentate ogni giorno dalla maggior parte cittadini nel disbrigo delle loro attività quotidiane.

Il PEBA è uno strumento obbligatorio per risolvere le problematiche che impediscono alle persone con difficoltà motoria, sensoriale o cognitiva di partecipare in pieno alla vita comunitaria. Si tratta quindi di un piano a garanzia dell’equità, che aiuterà tutti i cittadini, in particolare i più deboli, a vivere normalmente la quotidianità.

Il PEBA utilizza anche gli strumenti dell’urbanistica partecipata, una modalità di redazione di piani e progetti che valorizza le proposte e le segnalazioni operate dai privati in forma libera o associata. I singoli e le associazioni socio-sanitarie potranno dunque segnalare gli ostacoli e le barriere architettoniche che incontrano nei loro spostamenti quotidiani al seguente indirizzo: urbanistica@comune.vittorio-veneto.tv.it

Il PEBA parte infatti dall’analisi del territorio e dall’ascolto delle esigenze dei cittadini, volte all’individuazione delle problematiche principali per l’accessibilità, ed arriverà a programmare una serie di interventi su edifici pubblici, strade, piazze, e a stabilire le priorità nell’interesse comune più ampio. Con la rimozione delle barriere architettoniche negli spazi pubblici e l’attenzione alle disabilità sensoriali, l’Amministrazione comunale prevede di incrementare la fruibilità degli spazi e luoghi pubblici da parte di cittadini e visitatori.