Cento giorni dopo cent'anni

Oltre 200 rappresentanti di associazioni, sponsor e istituzioni, oltre a numerose personalità, hanno già dato la propria adesione a «Cento giorni dopo cent’anni». L’evento, che si preannuncia dunque un grande successo, andrà in scena venerdì prossimo, 15 febbraio 2019, con inizio alle ore 18.00, presso il teatro Lorenzo Da Ponte.

La serata vuole tributare il giusto riconoscimento a tutti coloro i quali - associazioni, aziende pubbliche e private, enti civili e militari, volontari e cittadini - hanno cooperato per il successo di questo Centenario che ci apprestiamo ormai a consegnare alla storia. 

Il Comune di Vittorio Veneto ha commemorato la fine della Grande Guerra con un importante calendario di eventi legati alla cultura, all’arte, allo sport e al mondo dell’associazionismo, tutti finalizzati a promuovere lo spirito di pace, di fratellanza e di collaborazione fra i popoli.

Al termine di un anno tanto intenso è dunque arrivato il momento di celebrare e ringraziare quanti hanno contribuito a realizzare quello che è stato un innegabile successo.

Il programma della serata prevede anche parentesi di grande spettacolo e di intrattenimento con l’illusionista Simone Al Ani, vincitore di Italia’s Got Talent, e i Triomanzana, musicisti acustici eclettici e poliedrici: il tutto si concluderà con un brindisi finale.    

Durante l’evento saranno presentati un fotocatalogo costituito da una selezione di circa 100 scatti fotografici che raccontano per immagini la storia del Centenario e un video che racchiude i riflessi filmati dei principali eventi organizzati.

L’ingresso è aperto anche a tutti i cittadini che desiderassero partecipare fino ad esaurimento dei posti disponibili: è però obbligatoria la prenotazione da effettuarsi via internet al seguente indirizzo https://www.comune.vittorio-veneto.tv.it/home/comune/100piu100.html

Alcuni dati del Centenario

  • 25 sono le istituzioni, associazioni e personaggi pubblici di rilievo che hanno fatto parte del Comitato d'Onore;
  • 40 sono i soggetti tra istituzioni, musei e privati che hanno collaborato con l'Amministrazione per dar vita a progetti di respiro nazionale e internazionale;
  • 80 tra associazioni (culturali, sportive, di promozione sociale) e istituti scolastici che hanno attivamente organizzato eventi e manifestazioni;
  • 43 gli sponsor e gli erogatori liberali che hanno contribuito economicamente alle iniziative, senza contare tutti gli  sponsor che hanno sostenuto direttamente le associazioni;
  • 7 i media partner che hanno costantemente dato visibilità agli eventi;
  • 9 i progetti nazionali e internazionali;
  • 16 le principali cerimonie commemorative e i raduni;
  • 15  le esposizioni d'arte e storiche;
  • Oltre 40 tra incontri, convegni e tavole rotonde dedicati alla Grande Guerra e alle ripercussioni sulla società attuale;
  • 10 gli eventi sportivi;
  • 40 gli spettacoli e gli eventi di rilievo dedicati alla Grande Guerra;
  • 13 gli artisti internazionali che hanno dato alla luce 12 opere d'arte contemporanea rimaste patrimonio della Città.