Vittorio Veneto. Piani e progetti per la città 1878-1995

L’evoluzione urbanistica di Vittorio Veneto raccontata nel suo divenire - tra passato, presente e futuro - sarà oggetto di una due giorni di eventi programmata per il prossimo fine settimana fra l’Aula Civica del Museo della Battaglia e il Teatro da Ponte.

L’iniziativa è stata battezzata Vittorio Veneto. Piani e progetti per la città 1878-1995 mutuando il titolo dal volume omonimo di Anna Marson, Moreno Baccichet e Matteo Basso.

Il libro, uscito per i tipi della Kellerman Editore, sarà presentato Venerdì 23 novembre, alle 20.30, presso l’Aula Civica del Museo della Battaglia.

Il lavoro degli autori ricostruisce la storia urbanistica della nostra città dai primi progetti destinati ad unire Ceneda e Serravalle fino ai recenti piani urbanistici elaborati per dare a Vittorio Veneto la struttura di un centro al passo con i tempi.

Sabato 24 novembre, con inizio alle 09.30, il Teatro da Ponte farà invece da prestigiosa cornice ad una giornata di studi, che vedrà confrontarsi fra loro numerosi esperti, moderati dall’arch. Wanda Antoniazzi.

Dopo il saluto del Sindaco Roberto Tonon, al tavolo dei relatori si avvicenderanno Moreno Baccichet  con un intervento dal titolo “Progettare il futuro consapevoli del passato”, Matteo Basso (“Gli urbanisti che hanno disegnato Vittorio Veneto”) e Franco Posocco (“L’identità del territorio vittoriese”).

Dopo la pausa, Roberto D’Agostino relazionerà su “L’esperienza dell’ultimo piano e la crisi dell’urbanistica”. A seguire gli interventi di Anna Buzzacchi (“Come rigenerare volumi e territori dismessi”), Bruno Barel (“Il valore degli immobili”), Danilo Gerotto (“Rigenerazione sociale e vision amministrativa”) e Anna Marson (“Costruire il futuro sul proprio specifico patrimonio”).

Gli iscritti all’Albo degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori che parteciperanno al convegno potranno ottenere 3 crediti formativi.