Danni da maltempo. Raccolta dati per sovvenzioni

Gli eventi atmosferici di carattere eccezionale che si sono prodotti nei mesi di ottobre e novembre hanno causato notevoli danni alle infrastrutture viarie e ai servizi essenziali, minando la sicurezza del territorio e colpendo in modo grave il patrimonio privato e le attività economiche.

La Regione del Veneto, considerata l’eccezionalità della situazione emergenziale e tenuto conto della necessità di porre in essere con immediatezza interventi urgenti di primo soccorso ed assistenza alla popolazione, ha ottenuto la dichiarazione dello stato di emergenza.

La normativa europea ha istituito il Fondo di Solidarietà dell’Unione Europea il cui obiettivo è permettere alla Comunità di affrontare situazioni d’emergenza in maniera rapida, efficace e flessibile.

L’intervento del Fondo è concesso sotto forma di sovvenzione (contributo finanziario) e per ogni catastrofe naturale riconosciuta è concessa un’unica sovvenzione.

Al fine di inoltrare la richiesta di cui sopra all’Unione Europea, il Dipartimento della Protezione Civile Nazionale ha chiesto alle Regioni di procedere ad una rapida ricognizione della stima delle spese di prima emergenza e degli eventuali danni al patrimonio pubblico di competenza delle Amministrazioni, al patrimonio privato, alle attività economiche e produttive, alle infrastrutture a rete di servizi essenziali, nonché alla quantificazione dei danni al patrimonio di competenza di altri Enti.

I privati che abbiano subito dati a seguito dell’eccezionale ondata di maltempo verificatasi a partire dal 27 ottobre scorso devono collegarsi alla pagina web:

Danni meteo 29 ottobre 2018

Da detto link è possibile scaricare il modulo per la raccolta che andrà consegnato, debitamente compilato, presso il Comune dove è situato il bene danneggiato. Per poter quantificare l’entità totale dei danni provocati dalle eccezionali avversità atmosferiche di cui sopra, si chiede di segnalare i dati disponibili entro e non oltre Mercoledì 21 novembre.

Copia del modulo è comunque scaricabile anche dal sito del Comune di Vittorio Veneto.

L’invio della modulistica in questione non rappresenta ancora una formale richiesta di risarcimento ma si tratta in ogni caso di un passaggio necessario al fine di quantificare correttamente l’entità dei danni subiti così da poter stanziare risorse adeguate.

La collaborazione di tutti i cittadini è dunque fondamentale.