Le missioni di pace. Esperienze e testimonianze

La presenza dell’Esercito Italiano nelle aeree di crisi dello scacchiere internazionale è una realtà consolidata ormai da anni. Il costante ripetersi di missioni all’estero, sempre condotte con grande capacità professionale, testimonia il fatto che il nostro Paese ha saputo ritagliarsi in questo campo un ruolo riconosciuto da tutte le democrazie del mondo ed assumersi sempre maggiori responsabilità nella gestione delle tante crisi umanitarie e militari che caratterizzano questa fase storica.

Il gen. Fulvio Poli, Capo Reparto Affari Generali dello Stato Maggiore dell’Esercito, sarà domani a Vittorio Veneto per una conferenza dedicata proprio al ruolo italiano nel peace-keeping e nella gestione delle crisi internazionali.

Nel corso 2018 le nostre missioni militari all’estero hanno avuto quale centro di gravità soprattutto l’Africa con personale inviato in Niger e in Tunisia, oltre che in Libia. Queste scelte evidenziano come le priorità della sicurezza italiana siano oggi legate alla lotta al traffico di persone e alla diffusione del jihadismo.

I nostri uomini, al di fuori dei confini nazionali, sono tuttavia impegnati su molti fronti, alcuni dei quali poco noi al grande pubblico: di questo e di altro parlerà il gen. Poli nel corso dell’incontro che è stato intitolato “Le missioni di Pace. Esperienze e testimonianze”, programmato per le 20.45 preso l’aula Civica del Museo della Battaglia.

La serata di domani rientra nel calendario del ciclo di incontri tematici “Quando scoppia la Pace”. L’ingresso è libero e gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili.