Al via la quarta edizione degli “incontri sulla geopolitica e le relazioni internazionali”

È al via la quarta edizione degli incontri sulla geopolitica e le relazioni internazionali che si tengono al Museo della Battaglia nell’anno del Centenario, intitolati “La guerra, perché, dove, come, quando”. L’iniziativa è organizzata dal Comune di Vittorio Veneto, da Historia Gruppo Studi Storici e Sociali Pordenone e dal LiMes Club Pordenone Udine Venezia.

Il primo appuntamento è fissato per venerdì 12 ottobre - come sempre presso l’Aula civica del Museo della Battaglia - con inizio alle ore 20.00. Protagonista sarà il generale Fabio Mini, collaboratore di importanti testate giornalistiche (LiMes, la Repubblica, il Fatto Quotidiano e l’Espresso) e già responsabile dell’ISSMI, Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze e Capo di Stato maggiore del Comando NATO per il Sud Europa. Il generale Mini, con un intervento dal titolo “Che guerra sarà?”, proporrà una riflessione sui conflitti del futuro, trattando i cambiamenti tecnologici causati dai combattimenti a controllo remoto con droni e robot. Il tutto per dimostrare come la disumanizzazione dei conflitti e una strategia schiava delle tecnologie saranno le prime probabili conseguenze delle guerre combattute negli anni a venire. Dialogheranno con lui il dr. Giorgio Da Gai e il professor Guglielmo Cevolin.

Altri due incontri sono previsti entro il mese di ottobre.

Venerdì 19, sempre alle 20.00 presso l’Aula Civica del Museo della Battaglia, il Professor Vittorio Emanuele Parsi, dell’Università Cattolica di Milano, parlerà dei nuovi assetti geopolitici del pianeta nel corso di un incontro intitolato “Titanic. Il naufragio dell’ordine liberale”.

Sabato 27 si terrà invece una giornata di studi dedicata ai temi della giustizia militare che vedrà protagonisti il Procuratore della Repubblica di Padova Sergio Dini, il generale Roberto Bernardini e il prof. Guglielmo Cevolin. I tre studiosi si alterneranno al tavolo dei relatori per trattare rispettivamente la “Giustizia militare dalla Grande Guerra alla Repubblica Italiana” (Dini), “La riabilitazione dei fucilati come caduti nella Prima Guerra Mondiale” (Bernardini) e i “Problemi giuridici attuali delle Forze Armate nelle missioni internazionali” (Cevolin). I lavori inizieranno alle ore 10.30.