Presentazione del XII Raduno Nazionale dell’Associazione Lagunari Truppe Anfibie

Il sindaco di Vittorio Veneto Roberto Tonon ha salutato i Lagunari che invaderanno pacificamente la sua città nel prossimo fine settimana citando, un passaggio della preghiera della specialità nel quale si chiede “la forza di custodire e difendere il bene prezioso della pace, volendo sottolineare - ha proseguito il primo cittadino - l’assonanza e l’analogia di queste parole con lo spirito delle celebrazioni del Centenario della Grande Guerra per il quale abbiamo adottato il motto ‘’quando scoppia la pace’’.

Anche oggi l’operato dei Lagunari si realizza nel rispetto di questo spirito sia negli impegni internazionali volti ad impedire i conflitti sia in quelli interni che li vedono protagonisti nella tutela del nostro territorio”.

La splendida cornice dell’Aula Civica del Museo della Battaglia ha fatto da palcoscenico alla presentazione del XII Raduno Nazionale dell’A.L.T.A., l’associazione che riunisce i membri, in servizio e in congedo, dei Lagunari e delle Truppe Anfibie.

 Il presidente nazionale dell’A.L.T.A., generale Luigi Chiapperini, ha introdotto la presentazione del raduno spiegando il senso della presenza dei Lagunari a Vittorio Veneto, “città simbolo della Grande Guerra”, dove l’A.L.TA. intende “commemorare coloro i quali combatterono e caddero cento anni fa in queste terre e presentare una specialità dell’arma di Fanteria dell’Esercito Italiano la cui storia inizia al tempo della Repubblica Serenissima e continua fino ad oggi. A Vittorio Veneto - ha spiegato Chiapperini - si vedranno dunque sfilare in uniforme storica i Fanti da Mar veneziani del 16 Reggimento Treviso 1792, gli Arditi della Grande Guerra, i mezzi storici ma anche i Lagunari in servizio per ribadire il fatto che l’A.L.T.A è un’associazione che porta avanti un preciso impegno nel quotidiano con compiti nel sociale, sia per quanto riguarda la Protezione Civile sia nel settore sportivo-militare”. Il generale Chiapperini ha infine voluto ricordare i Lagunari caduti nelle recenti missioni di pace che li hanno visti impegnati all’estero: Riccardo Bucci, Matteo Vanzan, Massimo Ficuciello e Michele Silvestri.    

Il raduno offrirà anche momenti altamente spettacolari come illustrato dal capitano Agostino Carleo. Il pubblico potrà assistere alle evoluzioni di un elicottero “AB 205 e di un elicottero d’attacco AW129. Inoltre, una squadra di Lagunari - fucilieri - effettuerà una discesa dall’elicottero con la tecnica del fast rope. Al termine della dimostrazione, che si svolgerà presso il Centro Victoria, gli elicotteri resteranno in mostra statica a disposizione del pubblico.