Concerto dell’Orchestra Giovanile Mediterranea. Un programma di respiro Internazionale

Il concerto dell’Orchestra Giovanile Mediterranea che - sabato 21 luglio alle 20.45 - andrà in scena al teatro Da Ponte, conferma una volta di più la vocazione all'internazionalità del programma del Centenario della Grande guerra elaborato dall'Amministrazione comunale di Vittorio Veneto.

“L’attenzione agli eventi che travalicano i confini nazionali è - come spiega l’Assessore alla Cultura Antonella Uliana, - uno dei tratti distintivi che caratterizzano buona parte delle manifestazioni in calendario”. Tra pochi giorni infatti, a partire dal 1° di agosto, l’Army and Navy Club di Londra ospiterà la mostra “Storming the Skies” che - ricorda ancora l’assessore Uliana - “fa il paio con quella allestita a Washington presso il Pentagono e si affianca ad altri importanti appuntamenti di respiro europeo come quello che vedrà 10 giovani artisti provenienti da altrettanti paesi del vecchio continente realizzare nella nostra città un’opera dedicata al tema della pace”.

È proprio in questo spirito di multiculturalità e di soprannazionalità che si inserisce l’esibizione dell’Orchestra Giovanile Mediterranea, formata da musicisti provenienti dalla Spagna, dalla Francia, dall’Italia, dalla Grecia, dalla Croazia e dall’Algeria.

I giovani artisti eseguiranno un programma musicale appositamente elaborato per l’occasione.

“Il Mediterraneo - conclude l’Assessore Uliana - è qualcosa di simile ad un grande lago sulle cui sponde - nel corso dei secoli - sono fiorite lingue e culture diverse, ognuna con le sue espressioni fra cui la musica. La commistione di suoni, colori, usi e costumi fra i popoli rivieraschi è stata inevitabile e ha dato vita ad un fascinoso complesso di sonorità”. 

Le musiche composte espressamente per l’evento abbracciano lo stile classico, con radici nel contesto della cultura occidentale, e quello medio orientale o arabo, per approdare infine ai canti, ai ritmi e ai suoni dall’Algeria.

L’ingresso è libero e gratuito fino ad esaurimento dei posti.