Vittorio Veneto Servizi continua a crescere

Vittorio Veneto Servizi continua a crescere in termini di fatturati e liquidità. È il dato emerso nella giornata di sabato 11 luglio nel corso dell’assemblea di approvazione del bilancio 2019. La società, di proprietà del Comune di Vittorio Veneto, che gestisce le farmacie comunali, guidata dall’amministratore unico Roberto Biz, ha chiuso il bilancio, alla presenza del sindaco Antonio Miatto, con un utile netto di 156.863 €.

Un risultato leggermente in calo rispetto a quello dello scorso anno, ma tra le migliori performance dell’ultimo decennio, segnando una crescita del 1% del fatturato rispetto allo scorso anno. Il dato appare ancor più importante se si considera che il mercato di riferimento continua a segnare dati negativi. L’aumento della liquidità si assesta oggi ad oltre 1,6 milioni di euro in cassa.

«I risultati sono in linea con le aspettative - sottolinea Roberto Biz - ma sicuramente possiamo migliorare ancora. Stiamo investendo sulla struttura e sul personale, che si dimostra comunque in grado di essere all’altezza della situazione. Credo che nell’arco del triennio potremo raggiungere un giro d’affari attorno ai 5 milioni di euro. Oggi siamo a 4,6 milioni con una crescita di circa 500 mila euro dal 2016.»

Il margine di struttura - che è un indicatore della solidità patrimoniale dell'impresa e cioè della sua capacità di finanziarsi - sta migliorando anno dopo anno passando dal 1,44 contro 1,27 del 2017.

«Ho sempre definito Vittorio Veneto Servizi la cassaforte della nostra città - continua Biz - e proprio per il lavoro che abbiamo sempre portato avanti con l’obiettivo di rafforzarla e di fare in modo che le marginalità crescano. Più marginalità abbiamo, più possiamo poi restituirle alla città sotto forma di dividendi e trasferimenti».

«Conti in ordine e disponibilità economiche per le casse comunali»: da questo incipit è partito Roberto Biz, ormai da quattro anni al timone della società; e le disponibilità prodotte si sono rivelate utili proprio durante l’emergenza Covid. Vittorio Veneto Servizi, infatti, nei mesi scorsi ha donato 30 mila euro per finanziarie l’acquisto di buoni spesa a sostegno delle famiglie vittoriesi. Inoltre, da marzo ha messo a disposizione dei Servizi sociali, per la consegna dei farmaci a domicilio e le altre attività di assistenza, una persona munita di auto. Questo servizio proseguirà fino al proprio 31 dicembre per agevolare l’attività dei Servizi sociali.

«Ritengo - afferma Roberto Biz - che questa iniziativa esprima appieno lo spirito di collaborazione con il comune di Vittorio Veneto proprietario di Vittorio Veneto Servizi srl. In più occasioni ho ricordato che sento di avere un duplice dovere morale nei confronti dei cittadini vittoriesi: da un lato gestire nel modo migliore le farmacie creando fondi - gli utili, - di modo che il comune di Vittorio Veneto possa poi spendere per fornire servizi alla cittadinanza; dall’altro essere sensibile e presente nei momenti difficili come lo è stata questa pandemia».

In merito all’andamento del 2020, l’azienda sta mantenendo i livelli del 2019 ma, aggiunge Biz: «sicuramente il Covid avrà ripercussioni sull’andamento economico. Sono comunque fiducioso anche per l’anno in corso - l’ultimo del mio mandato - di poter chiudere bene anche questo esercizio. L’utile netto sarà più basso ma comunque a fronte di trasferimenti al Comune di Vittorio Veneto che oggi sono già di 80.000 € senza dimenticare la persona messa a disposizione del Municipio».

Sul fronte investimenti, l’azienda prosegue a ritmi serrati ed entro settembre dovrebbe aprire la nuova sede di Costa.

“Sono - conclude Biz - per usare un paragone sportivo, all’ultimo giro di questa corsa e non è questo il momento di fermarsi. È anzi necessario rimanere concentrati perché non si è finito finché non si è tagliato il traguardo. Sono in corso degli studi per rafforzare il piano industriale dei prossimi tre anni e, come da mia abitudine, voglio preparare al meglio Vittorio Veneto Servizi per il futuro».

Dal fronte dell’Amministrazione il sindaco Miatto ha accolto con favore il bilancio 2019. «Con Roberto stiamo lavorando bene ed in buona sintonia. L’azienda è gestita con grande professionalità e con una particolare sensibilità alle tematiche sociali. Attendiamo fiduciosi l’apertura della nuova farmacia di Costa ed i progetti in campo per far crescere ancora questa nostra realtà».