La toga addosso

Paola Ortolan è nata e cresciuta a Vittorio Veneto. Vive a Milano, dove da oltre vent’anni svolge la professione di magistrato nell’ambito del diritto di famiglia e delle relazioni familiari.

Da Pubblico Ministero si è occupata delle indagini nei reati di maltrattamenti in famiglia, sottrazione di minori, violazione di obblighi di assistenza familiare, violenze sessuali contro donne e abusi sui minori; negli ultimi dieci anni, da giudice civile, si è interessata di separazioni, divorzi e affidamento dei figli a coppie non coniugate. Da poche settimane è Giudice del Tribunale per i Minorenni.

Ha accolto l’invito dell’editore San Paolo a raccontare in un libro (“La toga addosso: una donna magistrato, la legge, la famiglia di oggi”), la sua storia di donna, moglie, madre che vive in pieno la sua “missione” di giudice come forma alta di servizio per lo Stato e per la gente.

Un libro molto “umano” nel quale l’autrice raccontando la propria vita non nasconde le umane difficoltà di dover assumere decisioni che possono incidere sulla vita degli altri. Un libro che raccoglie decenni di esperienza professionale in ambiti di sofferenza e violenza, nei quali ha maturato la convinzione che il giudice “maturo” è quello che ha capacità di accoglienza e di ascolto, e che cerca di arrivare ad un equilibrio tra umanità e razionalità normativa.