Misure preventive contro le punture di zanzare

Visti i recenti casi di positività alla febbre West Nile e Denugue, la cui trasmissione è dovuta alla puntura di zanzara, l'ULSS2 suggerisce alcuni comportamenti che la cittadinanza è invitata ad osservare al fine di evitare il rischio di contagio.

Nello specifico:

  • ricorrere a misure di protezione individuali, che consistono, per chi dovesse protrarre le proprie attività oltre il crepuscolo, nell’uso di un abbigliamento idoneo (maniche lunghe, pantaloni lunghi e scarpe chiuse), o di insetto-repellenti per uso topico, da spruzzare o spalmare sulle parti scoperte del corpo (vedi opuscolo “scelta e corretto utilizzo dei repellenti cutanei per zanzare”);
  • per quanto riguarda invece le abitazioni, per evitare l’ingresso delle zanzare, si deve ricorrere all’uso di zanzariere a maglie fitte da collocare su porte e finestre. Spirali fumigene (zampironi, solo per uso esterno) o elettro emanatori di insetticida (per interni) possono risultare utili per mantenere le zanzare lontane da aree di piccole dimensioni;
  • rimozione dei focolai larvali peri-domestici (es.: svuotamento sottovasi, copertura bidoni ed eventualmente esecuzione di trattamenti larvicidi su focolai non rimovibili in ambito domestico, ecc…);